• Reader for Blind

Hai barato.



L’acqua limpida bagna la pancia dell’uomo con gli occhiali da sole. La piscina è piena a metà, lui è l’unico adulto in mezzo ai bambini, li osserva giocare tirandosi grandi spruzzi con le mani e gridare frasi imparate alla televisione.

– Charlie, stiamo attaccando – fa il bambino con il costume giallo.

Poi ruota entrambe le braccia nella piscina e comincia a fare un vortice, l’acqua gira e sbatte contro il petto dell’uomo, sulla catenina con il crocifisso attaccato.

– Attacco doppio concentrato. Via! – Fa il bambino che lancia una quantità d’acqua tale che sembra una secchiata.

Questa prima colpisce il ragazzino con il costume blu con le righe rosse dritto sul viso e poi va a finire fuori dalla vasca, una chiazza si allarga piano sul cemento battuto dal sole, poi lentamente si ritrae e si asciuga. Il bambino festeggia con le braccia rachitiche alzate in segno di trionfo, dallo slip gli gocciola acqua come se stesse facendo la pipì. L’altro bambino si alza, si asciuga gli occhi con le mani e abbassa la testa.

– Hai barato – dice al bambino con il costume giallo – è stato un colpo scorretto.

– Non è vero – fa lui seguendolo.

– Dovevi mulinare con una mano sola, hai barato – fa il bambino con il costume blu a righe rosse.

– Non è vero – fa l’altro.

L’uomo si tappa il naso e affonda la testa all’indietro. Sotto l’acqua non sente niente, solo il ronzio della pompa che aspira la sporcizia della piscina e le voci dei bagnanti offuscate, lontane dai suoi pensieri. Riemerge, alza gli occhiali sulla testa, prende con le mani un po’ d’acqua e si ricorda di quando da bambino la prendeva allo stesso modo dalla fontana per berla. È limpida come allora. La osserva vibrare sopra i suoi palmi poi si gira e la schizza sulla schiena del bambino con il costume giallo che fa un piccolo salto per lo spavento. Questa volta nessuna chiazza si allarga. Lui si gira e lo guarda inarcando il sopracciglio destro, poi si tuffa con la testa nell’acqua e riemerge un metro più avanti. Annaspa con le mani tenendosi a galla, e sputando acqua dalla bocca. Guarda l’uomo che nel frattempo ha inforcato gli occhiali da sole sopra il naso, sempre a bordo piscina. Lontano dai suoi pensieri.


0 visualizzazioni