• Reader for Blind

Il sogno americano in 5 libri

Aggiornato il: feb 27

di Valerio Valentini
5) Bret Anthony Johnston - Ricordami così

Sono trascorsi quattro anni da quando Justin è scomparso. Una tragedia che ha colpito l'intera cittadina del Texas nella quale viveva. È scappato? È stato rapito? È affogato nella baia? Mentre i Campbell non si dànno per vinti e continuano a cercare una risposta, quel che resta della famiglia sembra andare disperdendosi giorno dopo giorno. Poi, un pomeriggio, accade l'impossibile. Justin è stato ritrovato, dice la polizia, e pare stia bene. Ma le spiegazioni dietro il lieto evento sono tante, e talvolta non collimano. E dentro la famiglia restano ferite che difficilmente potranno rimarginarsi. Perché, forse, una volta che qualcosa ti è stato portato via non sarà mai più davvero tuo.

Ricordami così

Traduttore: Federica Aceto

Editore: Einaudi

Collana: Einaudi. Stile libero big

Anno edizione: 2015

Pagine: 464 p., Brossura



Con una scrittura fluida, piacevole e toccante, Bret Anthony Johnson costruisce un romanzo che scandaglia l'animo umano di ogni membro di una famiglia che, toccata dalla tragedia della scomparsa di uno di loro, proverà a reagire e a confrontarsi con il mondo che li circonda, in questo caso una piccola provincia statunitense, consapevole che la loro vita non sarà più la stessa. L'importanza che l'autore dà alla famiglia è il tema centrale di tutto il romanzo attraverso un'analisi psicologica dei personaggi a tratti intensa e dettagliata. Attraverso tutto ciò, i protagonisti, tentano di ricostruire quei fragili equilibri che si sono andati a dismettere.


L'autore:

Bret Anthony Johnston è un autore americano. Ha esordito nel 2006 con la raccolta di racconti Corpus Christi, vincitrice di numerosi riconoscimenti e capace di imporlo come uno degli scrittori di punta della nuova generazione. Ha pubblicato su The Atlantic Monthly, Esquire, The Paris review. Dopo essere stato skater professionista, adesso dirige il dipartimento di scrittura creativa di Harvard. Nel 2015 viene pubblicato da Einaudi il suo primo romanzo, Ricordami così.


4) Nickolas Butler - Shotgun lovesongs

Henry, Lee, Kip e Ronny sono cresciuti insieme a Little Wing, una cittadina rurale del Wisconsin. Amici fin dall'infanzia, hanno poi preso strade diverse. Henry è rimasto nella fattoria di famiglia e ha sposato il suo primo amore, mentre gli altri se ne sono andati altrove in cerca di fortuna. Ronny è diventato una star del rodeo, Kip ha fatto i soldi in città, il musicista Lee ha trovato la fama ma una donna gli ha spezzato il cuore. Ora tutti e quattro sono tornati in paese per un matrimonio. Ma vecchie rivalità si insinuano nel clima di festa e nella felicità d'incontrarsi di nuovo, e il segreto di una moglie minaccia di distruggere una coppia apparentemente solida e una storica amicizia.

Shotgun lovesongs

Traduttore: Claudia Durastanti Editore: Marsilio Collana: Romanzi e racconti Anno edizione: 2014 Pagine: 317 p., Brossura

Nickolas Butler costruisce una storia da molteplici punti di vista, dal momento che ogni capitolo è narrato in prima persona da uno dei protagonisti del romanzo con una prosa mai banale e scorrevole, si percorre il ricordo e la vita di ogni personaggio “ritrovato” nello stesso posto da dove è partito. Un romanzo sull'amicizia che resiste al tempo e all'inevitabile cambiamento di ogni uomo, sulla necessità di avere forti radici dove ritrovare i propri valori. Musica, sogni, sesso, amore, la terra, la neve e il lavoro nei campi del Wisconsin accompagnano il lettore nel cuore dell'America e nella sua provincia sorprendentemente simile, in tanti aspetti, a quella italiana.

L'autore:

Nickolas Butler è nato ad Allentown, in Pennsylvania, ed è cresciuto a Eau Claire, nel Wisconsin, dove vive con la moglie e i due figli. Ha frequentato il prestigioso Iowa Writers’ Workshop e pubblicato racconti su diverse riviste. Per Marsilio sono usciti nel 2014 il suo romanzo d’esordio, Shotgun Lovesongs, che ha conquistato pubblico e critica a livello internazionale e ha ottenuto l’ambito Prix Page America e il Midwest Independent Booksellers Award, nel 2017 Il cuore degli uomini, finalista in Francia al Prix Médicis e al Prix Femina, e nel 2018 la raccolta di racconti Sotto il falò.


3) Donald Ray Pollock - Le strade del male

La Seconda guerra mondiale è finita e il soldato semplice Willard Russell sta tornando a casa dopo essere stato spedito a combattere nel Pacifico, con negli occhi ancora tutto l'orrore per quello che ha visto. La corriera fa una sosta a Meade, Ohio, e William si ferma a mangiare in un ristorante. Non conosce il nome della cameriera che l'ha servito ma sa che se ne è innamorato e qualche settimana dopo torna da lei e la sposa. Insieme fanno un figlio, bellissimo: Arvin. Arvin Russell è il protagonista di questo primo magistrale romanzo di Donald Ray Pollock, autore della folgorante raccolta di racconti Knockemstiff. Lo vediamo crescere e muoversi tra misere catapecchie e chiese che sono templi dell'ipocrisia e del male, lo seguiamo con il dito sulla carta geografica degli Stati Uniti, e contemporaneamente assistiamo allo svolgersi di altre esistenze maledette, destinate, per uno scherzo della sorte, a incrociarsi con la sua, fino all'inatteso, sconvolgente finale. Le strade del male, acclamato negli USA come un'opera straordinaria paragonabile per forza e intensità alla narrativa di Truman Capote e Flannery O'Connor, racconta di un ragazzo costretto a crescere molto in fretta per affrontare il proprio destino in un'America in cui Bene e Male lottano fra loro fino alle estreme conseguenze.

Le strade del male

Traduttore: G. Maugeri Editore: Elliot Collana: Scatti Anno edizione: 2011 Pagine: 254 p., Brossura


Le strade del male è un viaggio nelle viscere sanguinolenti e orride della società e dell'animo umano, nel degrado più assoluto, fatto di violenza, pedofilia, ed estremo malessere. Un on the road acido e psichedelico, dove i personaggi principali si contraddistinguono più per le loro nefandezze che per i pregi, e dove il protagonista, attraverso un viaggio nelle vite andate a male delle persone che incontra, cercherà di trovare un senso alla sua esistenza.


L'autore:

Donald R. Pollock È nato nel 1954 a Knockemstiff, in Ohio. Ha lasciato la scuola a diciassette anni per lavorare in un macello, e ne ha poi passati trentadue come operaio in una cartiera. I suoi primi scritti sono stati notati nel corso di uno stage universitario al quale aveva partecipato per ottenere una riduzione dell’orario di lavoro. Sue opere sono apparse su numerose riviste, tra cui Granta e il New York Times. Nel 2009 Elliot Edizioni ha pubblicato la sua raccolta di racconti Knockemstiff e nel 2011 il suo primo romanzo, Le strade del male, inserito da Publishers Weekly tra i migliori dieci libri dell’anno. L’edizione tedesca de La tavola del Paradiso ha vinto il Deutscher Krimi Preis 2017.


2) Joe Cottonwood - Le famose patate

Reduce del Vietnam ed esperto di computer, Willy Middlebrook, alias Willy Crusoe, si ritrova coinvolto in un regolamento di conti e ingiustamente braccato dalla polizia: inizia così la sua corsa sfrenata sulle strade della grande America: dalle verdi montagne del West Virginia, agli squallori di Philadelphia, alla violenza di St. Louis, fino alle cime rocciose dell'Idaho. Incontrerà gente assurda e vera, persone che si nascondono come patate negli anfratti di una terra immensa, «sepolte lì dove i giornali e la televisione non le troveranno mai». E cercando la via di casa, finirà per trovare se stesso.

Le famose patate

Traduttore: Francesco Franconeri

Editore: Mattioli 1885

Collana: Experience

Anno edizione: 2009

Pagine: 297 p., Brossura



“Se ti limiti a vivere la tua vita, a divertirti, se fai in modo che il tuo nome, il tuo vero nome non compaia su nessun documento, allora sei invisibile. Non sei che una patata tra le tante. Le patate sono invisibili, appunto. Se ne stanno sotto la terra lontane dai riflettori. “ L'autore: Joe Cottonwood ha studiato alla Washington University di St. Louis. Con un passato da hippy e attivista contro la guerra in Vietnam, si è stabilito a La Honda, una piccola cittadina sulle Santa Cruz Mountains, dove scrive romanzi, poesie e libri per bambini. Erede della grande tradizione on the road americana, Joe Cottonwood è una delle voci più interessanti della nuova narrativa statunitense. Famous Potatoes è stato tradotto in sette lingue.


1) Philipp Meyer - Ruggine americana

A Buell (Pennsylvania) la vita scorre lenta e monotona: Isaac English è un ventenne minuto ma intelligente, sveglio ma insicuro. Sua madre è morta suicida già da qualche tempo e sua sorella Lee parte per Yale poco dopo la morte della donna, sposandosi non per amore ma per sopravvivenza. Il ragazzo vive con il padre invalido e al contrario della sorella non è mai riuscito ad andarsene. Ma sentendosi in gabbia, decide che è arrivato il momento di riscattarsi, di andare anche lui al college, di cominciare una nuova vita, fuggendo dalla prigione di una famiglia distrutta e da una città che ha ben poco da offrirgli. Ad aiutarlo nella fuga c’è Poe, l’amico di sempre. Egli vive in un trailer con la madre Grace, dopo che Virgil, suo padre, se n’è andato definitivamente. Il ragazzo è una promessa mancata del football, ma rinuncia alla borsa di studio offertagli; nonostante abbia la possibilità di cambiare la propria vita in qualsiasi momento contattando il college, la città di Buell sembra una prigione dalla quale i personaggi vogliono scappare senza mai riuscire a muovere un passo in avanti. La notte della fuga di Isaac, i due amici si incamminano per il sentiero, ma a causa di un temporale si rifugiano in un vecchio casale abbandonato, dove Isaac ucciderà un barbone per salvare la vita al suo amico Poe. Il giubbotto di quest’ultimo, rimasto erroneamente sul luogo del delitto, scatenerà una serie di eventi in cui Isaac si troverà a fuggire cercando la salvezza e Poe finirà in galera per un omicidio che non ha commesso. Il dilemma esistenziale del ragazzo si riduce a solo due strade praticabili: dire la verità e condannare il suo migliore amico, o sacrificare sé stesso?



Ruggine americana

Traduttore: Cristiana Mennella Editore: Einaudi Collana: I coralli Anno edizione: 2010 Pagine: 431 p., Brossura

I personaggi di questa storia non sono padroni di sé stessi: Isaac è legato al ricordo di una madre che non c’è più e resta inerme, aspettando una svolta che crede possibile solo grazie a Lee, la sorella verso la quale prova sentimenti contrastanti, odiandola per averlo lasciato lì, ma ammirandola per avercela fatta. Henry English è a sua volta legato al figlio, senza il quale non riuscirebbe a svolgere nemmeno le basilari azioni quotidiane. Poe dipende da un college che probabilmente non chiamerà mai e sua madre Grace ebbe – tempo addietro – la possibilità di andarsene con il figlio, rifiutando però il cambiamento per permettere al ragazzo di continuare a giocare a football. Allo stesso tempo, è succube del suo ex marito Virgil, verso il quale proverà sempre dei sentimenti, nonostante lui non abbia fatto altro che arrecarle dolore. Harris, il poliziotto che indaga sull’omicidio del barbone, è condizionato dall’amore che prova per Grace e si troverà a dover scegliere se proteggere Poe, o lasciare che la giustizia faccia il suo corso. Il sogno americano è coperto da un velo di ruggine: Mon Valley rappresentava un grande centro siderurgico ed era il posto ideale dove vivere; ma la crisi arriva a Buell come nel resto d’America e i posti di lavoro diminuiscono, fino a non concedere nessuna possibilità agli abitanti che si trovano irrimediabilmente nel vortice della desolazione di un’America piena di sogni, ma senza alcuna speranza.

L'autore: Philipp Meyer, classe 1974, è cresciuto a Baltimora. Lasciò il liceo a sedici anni e lavorò presso un centro traumatologico, prima di iscriversi alla Cornell University dove studiò letteratura inglese. In seguito svolse diversi impieghi, ma alla fine tornò nuovamente in ospedale. Il suo ultimo libro è Il figlio, edito sempre da Einaudi, uscito nel 2014.

Valerio Valentini, classe 1982, vive e lavora a Ladispoli (Roma).

Appassionato di letterartura statunitense è direttore della collana Strade maestre di D Editore

0 visualizzazioni