Vite sottopelle

(Racconti sull’identità)

 

Che cos’è un racconto breve? Un fulmine che illumina un cielo nuvoloso o una notte di pioggia. Un attimo che fa levare lo sguardo, un solo momento che racchiude la forza della natura. Una carica di energia che dal cielo si scaglia sulla terra e a cui segue un’onda d’urto, un tuono, forte a seconda della distanza dell’osservatore. Questo è un racconto breve: un fulmine, che dalla testa dell’autore scende sul foglio bianco. Una carica di energia che rapisce il lettore e che provoca un tuono nella testa, forte quanto l’immedesimazione del lettore stesso nella storia.«Vite sottopelle. Racconti sull’identità» nasce dalla collaborazione tra la rivista specializzata Reader For Blind e la casa editrice Tuga Edizioni ed è il risultato finale di un contest letterario a tema, a cui hanno partecipato oltre 150 opere.

PEVcsgmqOUqLmQS-800x450-noPad.jpg

Diedi l’anello a Fiona una sera di maggio dopo una passeggiata in centro a Parma, quando tornammo in Italia per il funerale di mia nonna.  

Tante piccole rughe le esplosero intorno agli occhi. Non prese l’anello, ma le dita cominciarono a tremarle. Disse di nuovo che sarebbe morta.

Viva
di Rachele Salvini

Scaricalo nel formato che preferisci

61eoWPsMcPL.jpg
Sussex garden
di Billy Roche (trad. Beatrice Masi)

Questa mattina mi sono svegliato con gli occhi stanchi e incrostati e – indovinate un po’? – un altro rumore si è aggiunto al chiasso notturno. Era il suono di un martello pneumatico, o di una sega elettrica, una vibrazione quasi sorda che mi ha fatto venire in mente immagini di polvere, di scintille e di luridi scarponi da lavoro.

2d2df3_8203b22258b8490e8b44bfdd7cc7fcd3_

Parlare non è un rimedio

di Valerio Valentini

Cammina su un pavimento che sembra liquido.

Lei lo scruta con gli occhi piccoli e sospettosi.

Nella stanza si sente il rumore impercettibile del frigorifero.

«Non ti amo più», le fa.

«Non ti credo», risponde lui.

Una goccia di sudore gli percorre tutta la schiena fino a sparire nella linea che divide le natiche. È fredda, gelida come i mari del nord.

IMG_1112.JPG

Amica mia

di Francesca Zanette

Di lei si sapeva che abitava nella prima casa fuori dal paese e che puzzava tanto da non poterle stare vicino. Un lezzo che ricordava l’acqua stantia dei vasi dimenticati in cimitero.

L’odore della signora Pina precedeva il suo camminare lento; chi si trovava lungo la strada allungava il passo, la gente nei negozi affrettava le proprie commissioni. Solo i cani non la scansavano e, anzi, trovavano gusto a leccarle le gambe...

2d2df3_bd33fa6cce1142d2aaeca234365fbef2_

World Cup

di Valerio Valentini

(trad. Sara Inga)

He laid his dirty hands on the bar, looking around with his chin upwards.

The barmaid was wearing a black hairnet and a fake smile on her thin long face...

AMERICAN-DREAM-facebook-1920x1000.jpg

Il sogno americano è coperto da un velo di ruggine: Mon Valley rappresentava un grande centro siderurgico ed era il posto ideale dove vivere; ma la crisi arriva a Buell come nel resto d’America e i posti di lavoro diminuiscono, fino a non concedere nessuna possibilità agli abitanti che si trovano irrimediabilmente nel vortice della desolazione di un’America piena di sogni, ma senza alcuna speranza.

IL sogno americano in 5 libri

di Valerio Valentini

1405_BOOKS_Dubliners-Hero.jpg.CROP.fresc

Dubliners, tradotto in italiano Gente di Dublino, è una raccolta di quindici racconti scritta da James Joyce.

Nelle quindici storie, pubblicate nel 1914, sono ritratte le esistenze di uomini e donne di ogni età...

johnnygothisgun.jpg

Provate a immaginare come sarebbe vivere avendo la forma di un tronco umano, senza braccia e gambe, senza udito, vista, olfatto e tatto...

Johnny Got His Gun

di Dario Antimi

Reader ForBlind è una rivista indipendente e autofinanziata aperta a tutti quelli che hanno qualcosa da dire e lo fanno con bravura, da noi non conta il “nome” o quello che si è fatto, purché lo si faccia bene. 

 

Per le modalità di invio testi clicca qui sotto.

Chi siamo

ARCHIVIO RACCONTI

November 26, 2019

August 7, 2019

June 11, 2019

June 10, 2019

June 4, 2019

April 4, 2019

March 27, 2019

March 20, 2019

March 8, 2019

February 13, 2019

Please reload

Le nostre Bookbag

Per riceverla basta una donazione libera

Vite sottopelle
(Racconti sull'identità)

Che cos’è un racconto breve? Un fulmine che illumina un cielo nuvoloso o una notte di pioggia. Un attimo che fa levare lo sguardo, un solo momento che racchiude la forza della natura. Una carica di energia che dal cielo si scaglia sulla terra e a cui segue un’onda d’urto, un tuono, forte a seconda della distanza dell’osservatore. Questo è un racconto breve: un fulmine, che dalla testa dell’autore scende sul foglio bianco. Una carica di energia che rapisce il lettore e che provoca un tuono nella testa, forte quanto l’immedesimazione del lettore stesso nella storia.«Vite sottopelle. Racconti sull’identità» nasce dalla collaborazione tra la rivista specializzata Reader For Blind e la casa editrice Tuga Edizioni ed è il risultato finale di un contest letterario a tema, a cui hanno partecipato oltre 150 opere.

 

Per maggiori info e per acquistarla clicca qui sotto.

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Icon YouTube

CHI SIAMO

Reader For Blind è una rivista aperta a tutti quelli che hanno qualcosa da dire, purché lo dicano con passione; da noi non contano il “nome”, quello che si è fatto o quello che si farà, purché lo si faccia bene.

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Icon YouTube